L’anguria


Finalmente siamo nel pieno dell’estate con le sue lunghe giornate e con le sue caratteristiche. Uno dei frutti che maggiormente ci aiuta in questa stagione è l’anguria, nome scientifico Citrullus Vulgaris, cheappartiene alla famiglia delle Cucurbitaceae. La parola anguria deriva dal termine greco “aggourion” che fu usato per la prima volta dal medico Aezio.

Le prime notizie riguardanti la coltivazione dell’anguria risalgono a circa 5.000 anni fa, precisamente in Egitto, dove, a tal proposito, sono stati rinvenuti preziosi geroglifici che testimoniano la veridicità di tale notizia. L’anguria veniva molto spesso deposta nelle tombe degli antichi faraoni egizi, in quanto si pensava che dovesse essere un mezzo di sostentamento per l’aldilà. Le origini della pianta, stando alla testimonianza di un esploratore di nome Livingstone, paiono però essere africane.  Il periodo in cui l’anguria giunge a maturazione va da giugno a settembre.

L’anguria è uno dei frutti maggiormente dissetanti, rinfrescanti e ricchi d’acqua: è infatti pieno di elettroliti, che favoriscono la rigenerazione energetica dell’organismo. Oltre ad un sapore delizioso, l’anguria presenta proprietà nutritive e benefiche interessanti. Questi frutti hanno una polpa molto rossa, che può superare i pomodori in quantità di licopene. Come tutti sappiamo è un frutto con un’altissima quantità d’acqua (circa il 92%); il restante 8% è composto invece da zuccheri. E’ quindi una risorsa molto importante per mantenere idratato il corpo sotto la pressione delle alte temperature. In estate, mangiare anguria ogni giorno permette di proteggere la pelle dai rischi legati ad una eccessiva esposizione ai raggi UV, secondo le più recenti ricerche scientifiche.

La scienza sta sempre più dimostrando la capacità del consumo di anguria di prevenire da malattie cardiache e di ridurre i livelli del colesterolo cattivo. Il consumo di anguria può permettere inoltre di mantenere il peso sotto controllo. Nell’anguria infatti troviamo la citrulina, una sostanza che rende questo frutto adatto a prevenire l’ipertensione e le malattie cardiache. Secondo alcuni studi, basterebbe una fetta di anguria al giorno per aiutare il nostro organismo a ridurre i livelli di colesterolo nel sangue. Sappiamo però che, purtroppo, questo frutto dura soltanto pochi mesi quindi conviene approfittarne finchè è presente. Il consumo di anguria può inoltre contribuire a migliorare la qualità del sonno. I carboidrati contenuti in questo frutto infatti aiutano a stimolare sera tonnina che aiuta a rilassarsi perché essendo il cervello più calmo e disteso diventa meno sensibile ai rumori e agli stimoli che potrebbero rendere difficile il riposo.

L’anguria è un frutto energetico, ha un alto contenuto di vitamina B6 che il corpo utilizza per sintetizzare la dopamina, promotrice del benessere. Per questo motivo una semplice porzione di anguria può aumentare i livelli di energia del 23%. L’anguria contiene inoltre magnesio, fondamentale per il nostro corpo che lo utilizza per rifornire di energia le cellule. La citrulina presente nell’anguria è un amminoacido che viene utilizzato dall’organismo per la produzione di arginina che è in grado di dilatare i vasi sanguigni favorendo la circolazione sanguigna.

L’anguria è uno dei frutti più leggeri e meno calorici che abbiamo a disposizione durante l’estate. Ciò avviene grazie alla sua ricchezza d’acqua e alla completa assenza di grassi. Le calorie derivano dal contenuto di zuccheri naturali dell’anguria, ma sono comunque davvero poche. Questo frutto ricco d’acqua stimola la diuresi e l’eliminazione delle tossine. 100 grammi di anguria contengono soltanto 30 calorie.

anguria

L’anguria contiene dei salicilati naturali, sostanze impiegate in ambito farmaceutico per la preparazione di medicine, prima fra tutte l’aspirina, potrebbero esserci anche delle allergie o intolleranze a queste sostanze. In questo caso è consigliabile consultare un medico prima di consumare il frutto.

Per uso esterno si utilizza si può utilizzare la polpa dell’anguria per trattamenti estetici della pelle; infatti, grazie alle sue proprietà emollienti, è in grado di reidratare la pelle e di rinfrescarla.

Secondo la Medicina Tradizionale Cinese l’anguria è un frutto dal sapore dolce e dalla natura fredda ed ha effetto sul cuore, vescica e sullo stomaco. Viene usato anche per incrementare i fluidi nel corpo così da bilanciare il caldo che proviene dall’esterno, soprattutto per le persone sensibili alle insolazioni e colpi di sole.

Avendo effetto diuretico può aiutare ad abbassare la pressione sanguigna nei soggetti affetti da pressione alta. I medici orientali lo consigliano anche perché ha un effetto calmante sullo spirito e aiuta ad affrontare le preoccupazioni.

Anche i semi vengono utilizzati in infusi, ma anche crudi o tostati per stimolare la diuresi e per abbassare la pressione. Anche in Etiopia sono diffusi come ‘snack’.

Godiamoci quindi questo agosto magari accompagnato da una bella fetta di anguria fresca.