Formazione degli infermieri


Non c’è nulla, che tende così facilmente ad indurre nel Nostro cuore sentimenti di gioia e conforto, come vedere i giovani della Nostra terra crescere e maturare attraverso l’educazione, in qualunque ambito possa essere. Tutta la conoscenza che può essere estratta dalla sorgente dell’educazione, contribuisce non solo al benessere del genere umano ed alla realizzazione di opere umanitarie, ma è anche un vero e proprio pilastro che sostiene la libertà della terra. E ‘ (a partire) dalla forza delle conoscenze acquisite dall’istruzione che l’uomo sviluppa le sue idee e che porta le sue fatiche verso il successo.

Scegliendo come vostro ambito la vocazione infermieristica – il prendersi cura degli infermi ed il tendere verso di loro – avete compiuto una scelta nobile, perché è una delle professioni veramente umanitarie. Tuttavia, non sarà sempre negli ospedali dotati di tutti i comfort che svolgerete i vostri compiti scelti; dovrete andare in tutti i tipi di luoghi in cui fatica e difficoltà vi aspettano. La vostra formazione e la vostra professione fanno incombere questo su di voi. Ma quanto grande è veramente questa cosa, di essere in grado di aiutare i vostri simili, torturati dal dolore e turbati dalla malattia – per portare riposo e sollievo al corpo e all’anima similmente! La vostra consapevolezza di questo può essere limitata, ma il paziente che riceve le vostre cure saprà sicuramente percepirlo ed apprezzarlo profondamente.

Detto questo, diventa necessario per Noi ripetervi oggi le parole di consiglio che abbiamo pronunciato nel 1956, alle vostre sorelle infermiere, nell’occasione in cui loro hanno similmente ricevuto dalle Nostre mani i loro certificati di laurea: “La vostra professione richiede disciplina – la disciplina dello studio e della devozione all’ obbedienza e al dovere, la disciplina dell’ autocontrollo e della pulizia, e la disciplina di devozione all’apprendimento che dura tutta la vita, dal momento che la conoscenza non conosce limiti. Se prenderete queste discipline fondamentali come i vostri principi guida, il vostro lavoro mostrerà le più alte qualità. “Dovete essere infermieri non solo nel nome, ma proprio negli obblighi di quella nobile vocazione.”

Stiamo gettando oggi la prima pietra di un ramo che – sovvenzionato da un fondo Etiope e Svedese in maniera congiunta – sarà, in relazione a questo ospedale, la cura per la salute delle gestanti e dei neonati. Siamo davvero lieti che in aggiunta alle sue altre funzioni questo stabilimento fornirà formazione per la professione infermieristica. Confidiamo che la Scuola si rivelerà fruttuosa nel fornire un adeguato numero di infermieri.

La nostra amata figlia, la principessa Tsahai Haile Selassie, che è stato recisa nel fiore della sua giovinezza, completò la sua formazione come infermiera. Seguendo l’esempio di Florence Nightingale, ha ricercato non la sua comodità e piacere, ma si è sacrificata al servizio dei malati e dei sofferenti. Con sincera devozione e compassione, si è dedicata al compito di soccorrere e confortare i malati; Voi che lavorate o che imparate in questo Ospedale che porta il suo nome dovreste avere il suo esempio inciso sui cuori e le menti!

 

Selected Speeches of H.I.M. Haile Selassie I“, pp- 49-50