La zucca

zucca

La zucca è probabilmente l’ortaggio più grande presente in natura, appartiene alla famiglia delle Cucurbitacee ed è originaria con molta probabilità dell’America Centrale; è infatti in Messico che sono stati ritrovati dei semi di zucca risalenti a circa il 6.000 a.C., quando si pensa che essa rappresentava uno dei mezzi di sostentamento delle popolazioni più povere.
Non bisogna dimenticare, poi, che grazie alla sua struttura la zucca non subisce l’attacco dei parassiti, e quindi è poco trattata e normalmente coltivata quasi al naturale.
La zucca è innanzitutto un alimento a basso contenuto calorico, il suo apporto è pari a 17 calorie ogni 100 grammi di polpa.
La zucca è anche un ortaggio ricco di minerali come calcio, sodio, potassio, fosforo, rame, magnesio, ferro, selenio, manganese e zinco. In ultimo troviamo una discreta quantità di fibre e una vasta gamma di aminoacidi tra cui ricordiamo l’arginina, la tirosina, il triptofano, l’acido aspartico.
Ricca di vitamine A, B,E e C, la zucca ha proprietà antiossidanti, ci aiuta a combattere i radicali liberi, che sono sostanze di scarto dei processi metabolici che provocano l’invecchiamento precoce delle cellule, e di cui si sta studiando il possibile ruolo nella formazione di cellule tumorali.
La peculiarità nutrizionale della zucca, come ogni altro alimento di color arancio, è il contenuto di Vitamina A: ne contiene 599 Ìg, a metà strada tra i 1148 Ìg delle carote e i 360 Ìg delle albicocche. In realtà non contiene Vitamina A vera e propria ma carotenoidi vegetali, detti perciò provitamine.
La Vitamina A è un fattore rilevante per l’accrescimento, ha azione protettiva delle mucose e degli epiteli in genere: mantenendone l’integrità concorre a potenziarne il valore di barriera delle infezioni e quindi ci aiuta notevolmente durante l’inverno quando le nostre mucose vengono attaccate dagli agenti esterni.
Esercita un’azione di rigenerazione della porpora visiva nello strato retinico oculare, migliorando la potenza visiva in condizioni di semioscurità ed è indispensabile per la sintesi proteica.
Il betacarotene è quindi un potentissimo antiossidante contro i radicali liberi, ma esso ha anche altre proprietà: protegge il sistema circolatorio, è antinfiammatorio e possiede proprietà antitumorali. In base ad uno studio risalente al 2007, in Massachusetts, è stato dimostrato che la zucca possiede proprietà che contrastano il diabete e l’ipertensione.  Oltre a questo, aggiungiamo i benefici che essa apporta all’organismo per quanto riguarda il rilassamento, gli effetti diuretici e quelli sedativi. Fin dai tempi più antichi alla zucca si sono attribuite proprietà calmanti, indicata per chi soffre di ansia, nervosismo ed insonnia; la stessa polpa costituisce un ottima sostanza lenitiva in caso di scottature ed infiammazioni della pelle.
Ricordiamoci inoltre che la vitamina C è indispensabile anche per un buon assorbimento del ferro. Inoltre questo nutriente è amico del sistema immunitario, che con l’arrivo del freddo deve fare gli straordinari. Da non dimenticare che il potassio protegge il nostro cuore. La zucca ne contiene moltissimo e grazie a questo minerale protegge anche i nostri muscoli e il sistema nervoso.
Il potassio, inoltre, aiuta l’organismo a mantenere un buon equilibrio idrico quindi combatte la ritenzione di liquidi .

I semi di zucca vengono normalmente impiegati a scopo alimentare ed il loro gusto oltre che gradevole apporta anche alcuni benefici all’organismo; al fine di trarre i massimi benefici dal loro utilizzo si consiglia di consumarli rigorosamente crudi.
Sono infatti ricchi di acidi grassi essenziali, acido linoleico e alfa-linoleico (rispettivamente Omega-6 e Omega-3), proteine, vitamine (in particolare E e del gruppo B) e minerali (sodio, zinco, magnesio e selenio). Oltre ad essere una sicura fonte di energia, i semi contengono fitosteroli vegetali che sono risultati utili nella prevenzione delle disfunzioni a livello delle vie urinarie.